Euroflora 2011: la città in fiore

Con l’arrivo di Euroflora 2011 alla Fiera di Genova da giovedì 21 aprile a domenica 1 maggio, tutta la città si riempie di fiori. È questa l’idea proposta da Comune, Camera di Commercio, Fiera, Ascom e Confesercenti, che durante i giorni della manifestazione portano le piante, i fiori, il verde e le composizioni per le strade e le piazze cittadine.
«L’obiettivo – dice l’assessore allo sviluppo economico Giovanni Vassallo –  è quello di trasformare i visitatori che arrivano in città per la fiera in turisti, perché apprezzino non solo manifestazione, ma tutta Genova. Vogliamo che Euroflora non resti solo un appuntamento fieristico, ma che diventi l’occasione per conoscere il territorio e magari tornare a visitarlo».
Sono diverse le iniziative proposte in occasione di Euroflora, tra concorsi floreali e fotografici, stand promozionali, uno shoppartbus e un ‘passaporto per la città’, oltre all’apertura staordinaria dei negozi del Civ Porto Antico, che rimangono aperti anche nelle giornate di Pasqua e del Primo Maggio.
Tra i concorsi c’è il Civ in fiore, che ha coinvolto venti centri integrati di via del territorio del Comune di Genova, da Voltri a Nervi, con l’appoggio dei nove Municipi. I venti consorzi di via (San Bernardo, Balbi Principe / Vivere Santa Brigida, San Vincenzo, Genovino, Operatori via Luccoli, Carlo Felice, Lomellini, Cantore e dintorni, Corso Sardegna, Girasole, Il Borgo di Bolzaneto, Riviera di Pegli, Le botteghe del borgo – Prà, Piazze e vie del corso, Arbà, Quinto al mare, Nervi 2005, Nervi Mare, Borgoratti) hanno addobbato le vie e le strade di Genova, ispirandosi liberamente al tema portante di Euroflora 2011, il fiore che unisce, e all’appuntamento con i centoventicinque anni del quotidinao Il Secolo XIX, che sostiene le iniziative.
Il secondo concorso è: Città in fiore. L’iniziativa vede protagonisti un centinaio di operatori economici della provincia di Genova con vetrine sulle strade, ad esclusione dei fioristi. Le vetrine con addobbi floreali saranno visitati dalle giurie il 21 e il 22 aprile prossimi. I fioristi, invece, possono cimentarsi fuori concorso, o nell’arredo degli spazi antistanti le proprie attività, nell’intento di mettere in mostra la loro creatività e professionalità o, nel quadro del concorso Città in Fiore, arredando l’interno delle principali chiese di Genova. I migliori addobbi floreali ricevono il premio Sette chiese, voluto dall’Arcidiocesi di Genova in collaborazione con Camera di Commercio e Ascom.
In collegamento alle prime due iniziative, la Camera di Commercio lancia anche il concorso fotografico Michela Marasso, dipendente dell’azienda camerale inHouse, morta tragicamente nel giugno scorso. Le fotografie possono essere scattate dentro e fuori Euroflora, ispirandosi alle quattro categorie in concorso, e devono essere inviate alla Camera di Commercio entro il 30 aprile.
All’ingresso di Eurflora 2011 la camera di Commercio e il Comune di Genova dispongono di un stand del Tavolo di Promozione, per l’accoglienza di turisti e visitatori. Tra le altre iniziative c’è lo ShoppArtBus, una navetta gratuita per i possessori del biglietto Euroflora, che effettua un percorso circolare dalla fiera al centro e consente di fruire dell’offerta turistica e commerciale genovese.
All’interno dello stand viene anche distribuito il Passaporto di Genova per Euroflora 2011, promosso dal Lions Club Genova Mare Nostrum, che contiene informazioni su Euroflora e sulla città, con occasioni e sconti non solo per i turisti, ma anche per tutti i residenti che vogliono approfittare dei giorni di festa per conoscere meglio la propria città. Il ricavato delle offerte raccolte attraverso la distribuzione del Passaporto di Genova sarà devoluto a sostegno dell’attività dell’Istituto Giannina Gaslini di Genova.

Commenti chiusi